Il callimachismo di Properzio nelle elegie romane: analisi di 4,1