La funzione meta come potenziamento della dignità ontologica