Organizzatore del convegno. Attraverso un’apertura interdisciplinare, nell’ambito di un funzionale rapporto tra letteratura ed arti figurative, l’articolo si concentra sul concetto di “Europa moderna” già in nuce nella poetica cubofuturista di area russa del primo Novecento e l’influsso della quale ha condizionato la visione della poesia campaniana secondo le direttrici di una “poesia europea, musicale e colorita”; tale apertura è evidenziata, oltre che da certi apporti più latamente culturali, da precise indicazioni stilistiche e metriche interne alla scrittura poetica di Dino Campana, puntualmente analizzate all’interno dell’articolo. L’analisi ha permesso di evidenziare una struttura ritmica che colloca la figura di Campana all’interno di un ponderoso processo culturale europeo precedente gli stravolgimenti sociali e economici antecedenti la Grande guerra. L’articolo fa parte di una raccolta di saggi scaturita da un Convegno Internazionale organizzato dal Prof. Verdenelli, anche curatore degli Atti, presso l’Università di Macerata nell’anno 2005; tale pubblicazione risulta quale punto di riferimento negli studi campaniani poiché pubblicata dopo un lungo periodo di silenzio critico sull’autore marradese. Il libro è stato presentato dall’Ateneo maceratese durante la “Fiera del Libro” di Torino quale pubblicazione di spicco dell’editore e presentato in quell’occasione quale prodotto culturale della Provincia di Macerata. L’editore è impegnato nella pubblicazione di atti, ricerche scientifiche, saggi per la maggior parte svolti nel circuito universitario nazionale.

La vecchia Europa e l’Europa moderna di Campana

VERDENELLI, Marcello
2007

Abstract

Organizzatore del convegno. Attraverso un’apertura interdisciplinare, nell’ambito di un funzionale rapporto tra letteratura ed arti figurative, l’articolo si concentra sul concetto di “Europa moderna” già in nuce nella poetica cubofuturista di area russa del primo Novecento e l’influsso della quale ha condizionato la visione della poesia campaniana secondo le direttrici di una “poesia europea, musicale e colorita”; tale apertura è evidenziata, oltre che da certi apporti più latamente culturali, da precise indicazioni stilistiche e metriche interne alla scrittura poetica di Dino Campana, puntualmente analizzate all’interno dell’articolo. L’analisi ha permesso di evidenziare una struttura ritmica che colloca la figura di Campana all’interno di un ponderoso processo culturale europeo precedente gli stravolgimenti sociali e economici antecedenti la Grande guerra. L’articolo fa parte di una raccolta di saggi scaturita da un Convegno Internazionale organizzato dal Prof. Verdenelli, anche curatore degli Atti, presso l’Università di Macerata nell’anno 2005; tale pubblicazione risulta quale punto di riferimento negli studi campaniani poiché pubblicata dopo un lungo periodo di silenzio critico sull’autore marradese. Il libro è stato presentato dall’Ateneo maceratese durante la “Fiera del Libro” di Torino quale pubblicazione di spicco dell’editore e presentato in quell’occasione quale prodotto culturale della Provincia di Macerata. L’editore è impegnato nella pubblicazione di atti, ricerche scientifiche, saggi per la maggior parte svolti nel circuito universitario nazionale.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
4Campana.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in post-print (versione successiva alla peer review e accettata per la pubblicazione)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 164.3 kB
Formato Adobe PDF
164.3 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11393/44531
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact