Sulla filosofia di K.R. Popper. Per una valutazione della sua ‘fortuna’