La propria storia è sempre contemporanea. Riflessioni pedagogiche sul sentimento adulto di perdita