Il controllo interno nelle società di capitali, oggetto dell’attività in particolare del collegio sindacale e delle società di revisione, contempla la costante verifica della corrispondenza della modalità di gestione della società ai principi di corretta amministrazione. A tale fine i componenti del collegio sindacale sono tenuti a vigilare anche sui fatti di gestione posti in essere precedentemente alla loro nomina e ad effettuare, quindi, un controllo “a ritroso” attraverso la consultazione delle relazioni della Funzione Audit dei periodi precedenti e ad attivarsi per segnalare alla Consob eventuali irregolarità riscontrate. Con la sentenza in commento (Cass., sez. II, 17 dicembre 2018, n. 32573) la Corte di Cassazione ha approfondito il tema dell’omesso o inadeguato esercizio dell’attività di controllo del collegio sindacale nelle società con azioni quotate sui mercati regolamentati e ha evidenziato il collegamento con i preposti al controllo interno, il dovere per i sindaci di informarsi in merito all’attività di vigilanza svolta nel periodo precedente alla loro nomina e l’obbligo di segnalazione alla Consob delle irregolarità riscontrate nell’esercizio dei loro poteri, anche con riguardo ad atti e fatti della società antecedenti alla loro nomina.

Attività di vigilanza del collegio sindacale nelle società con azioni quotate e doveri di segnalazione alla Consob. L’importanza dei controlli a ritroso

Miria Ricci
2018

Abstract

Il controllo interno nelle società di capitali, oggetto dell’attività in particolare del collegio sindacale e delle società di revisione, contempla la costante verifica della corrispondenza della modalità di gestione della società ai principi di corretta amministrazione. A tale fine i componenti del collegio sindacale sono tenuti a vigilare anche sui fatti di gestione posti in essere precedentemente alla loro nomina e ad effettuare, quindi, un controllo “a ritroso” attraverso la consultazione delle relazioni della Funzione Audit dei periodi precedenti e ad attivarsi per segnalare alla Consob eventuali irregolarità riscontrate. Con la sentenza in commento (Cass., sez. II, 17 dicembre 2018, n. 32573) la Corte di Cassazione ha approfondito il tema dell’omesso o inadeguato esercizio dell’attività di controllo del collegio sindacale nelle società con azioni quotate sui mercati regolamentati e ha evidenziato il collegamento con i preposti al controllo interno, il dovere per i sindaci di informarsi in merito all’attività di vigilanza svolta nel periodo precedente alla loro nomina e l’obbligo di segnalazione alla Consob delle irregolarità riscontrate nell’esercizio dei loro poteri, anche con riguardo ad atti e fatti della società antecedenti alla loro nomina.
Università degli Studi di Bari Aldo Moro
Nazionale
www.ibattellidelreno.it
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Ricci_Attività-vigilanza-collegio_2018.pdf

accesso aperto

Descrizione: Nota a sentenza
Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Creative commons
Dimensione 314.2 kB
Formato Adobe PDF
314.2 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11393/250712
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact