Due costituzionalisti marchigiani e la cura della Costituzione