Nel provvedimento in esame la Cassazione affronta il tema della valutazione equitativa del danno nella cornice della responsabilità precontrattuale. La sentenza in commento, dunque, rappresenta l'occasione per esaminare i due distinti istituti, soffermandosi in particolare sui presupposti e limiti, non sempre chiari, di applicazione degli artt. 1226 c.c. e 2056 c.c.

Valutazione equitativa del danno: presupposti e limiti

Giorgia Vulpiani
2017-01-01

Abstract

Nel provvedimento in esame la Cassazione affronta il tema della valutazione equitativa del danno nella cornice della responsabilità precontrattuale. La sentenza in commento, dunque, rappresenta l'occasione per esaminare i due distinti istituti, soffermandosi in particolare sui presupposti e limiti, non sempre chiari, di applicazione degli artt. 1226 c.c. e 2056 c.c.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11393/247541
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact