Lo studio ha ad oggetto l’applicazione delle regole sulla competenza giurisdizionale in materia civile e commerciale contenute nel regolamento (UE) n. 1215/2012 (c.d. “Bruxelles I-bis”) relativamente alle attività che si svolgono on-line, procedendo ad un raffronto degli orientamenti interpretativi emersi nella giurisprudenza della Corte di giustizia dell'Unione europea nei principali ambiti di rilievo della problematica. Il lavoro si sofferma innanzitutto sull’adattamento compiuto dalla Corte di giustizia della giurisprudenza concernente la giurisdizione in materia di diffamazione a mezzo stampa al diverso contesto delle violazioni commesse tramite la diffusione on-line di informazioni lesive della privacy ovvero dei diritti della personalità. Le soluzioni accolte in questo ambito sono poste a raffronto con gli orientamenti accolti relativamente alle azioni scaturenti da contratti del commercio elettronico, nonché da violazioni di diritti di proprietà intellettuale commesse on-line. Il raffronto si estende, nella parte finale del lavoro, ai criteri speciali di giurisdizione recati dal regolamento (UE) n. 2016/679 in materia di protezione dei dati personali, che si rivelano ispirate ad un obiettivo materiale di tutela del titolare dei dati personali. A questo riguardo, si pone, come già con riferimento ai criteri applicabili alle azioni traenti origine da violazioni della privacy o dei diritti della personalità commesse on-line, un problema di compatibilità col principio della parità delle armi tra i litiganti, alla luce anche degli ultimi sviluppi della giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo in materia.

La disciplina della giurisdizione nelle controversie civili relative ad attività on-line: coerenza e varietà di orientamenti nei principali ambiti di rilievo

Fabrizio, Marongiu Buonaiuti
2018

Abstract

Lo studio ha ad oggetto l’applicazione delle regole sulla competenza giurisdizionale in materia civile e commerciale contenute nel regolamento (UE) n. 1215/2012 (c.d. “Bruxelles I-bis”) relativamente alle attività che si svolgono on-line, procedendo ad un raffronto degli orientamenti interpretativi emersi nella giurisprudenza della Corte di giustizia dell'Unione europea nei principali ambiti di rilievo della problematica. Il lavoro si sofferma innanzitutto sull’adattamento compiuto dalla Corte di giustizia della giurisprudenza concernente la giurisdizione in materia di diffamazione a mezzo stampa al diverso contesto delle violazioni commesse tramite la diffusione on-line di informazioni lesive della privacy ovvero dei diritti della personalità. Le soluzioni accolte in questo ambito sono poste a raffronto con gli orientamenti accolti relativamente alle azioni scaturenti da contratti del commercio elettronico, nonché da violazioni di diritti di proprietà intellettuale commesse on-line. Il raffronto si estende, nella parte finale del lavoro, ai criteri speciali di giurisdizione recati dal regolamento (UE) n. 2016/679 in materia di protezione dei dati personali, che si rivelano ispirate ad un obiettivo materiale di tutela del titolare dei dati personali. A questo riguardo, si pone, come già con riferimento ai criteri applicabili alle azioni traenti origine da violazioni della privacy o dei diritti della personalità commesse on-line, un problema di compatibilità col principio della parità delle armi tra i litiganti, alla luce anche degli ultimi sviluppi della giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo in materia.
Dike Giuridica Editrice
Nazionale
https://www.dikegiuridica.it/rivista_leggi.php?id=7
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
NDC 1-2018 (Buonaiuti).pdf

solo utenti autorizzati

Descrizione: Estratto pdf dell'articolo, fornito dall'editore
Tipologia: Documento in post-print (versione successiva alla peer review e accettata per la pubblicazione)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 452.52 kB
Formato Adobe PDF
452.52 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11393/247270
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact