Ripensare la transizione come categoria storiografica: uno sguardo disciplinare