Oltre il costruttivismo. L'azione come spazio di mediazione