La tutela del legittimo affidamento può essere accordata soltanto a condizione che siano state fornite all’interessato «rassicurazioni precise, incondizionate, concordanti», provenienti da «fonti autorizzate ed affidabili», e che siano «conformi alla disciplina applicabile». Da ciò si comprende come il principio di legittimo affidamento costituisca un principio più facile a comprendersi che ad applicarsi. Infatti, nella prassi, accade spesso che l’Amministrazione fornisca una serie di «rassicurazioni», mediante propri atti o mediante propri comportamenti interlocutori, che in un secondo momento è costretta a ritrattare o comunque che non è in grado di mantenere. Il contributo cerca di precisare alcuni profili proprio relativamente ai presupposti e ai limiti della tutela del legittimo affidamento. A questo riguardo, dopo aver effettuato alcune osservazioni sintetiche sul tema generale, si orienterà l’analisi sul settore degli appalti pubblici. Scelta, questa, giustificata dal fatto che, proprio in questo settore, la giurisprudenza sembra aver dato più sicuri punti di riferimento agli interpreti, e ciò probabilmente anche a causa della particolare morfologia del relativo procedimento d’appalto.

Legittimo affidamento e contratti pubblici. Osservazioni su serietà e pigrizia amministrativa

VILLAMENA, STEFANO
2013-01-01

Abstract

La tutela del legittimo affidamento può essere accordata soltanto a condizione che siano state fornite all’interessato «rassicurazioni precise, incondizionate, concordanti», provenienti da «fonti autorizzate ed affidabili», e che siano «conformi alla disciplina applicabile». Da ciò si comprende come il principio di legittimo affidamento costituisca un principio più facile a comprendersi che ad applicarsi. Infatti, nella prassi, accade spesso che l’Amministrazione fornisca una serie di «rassicurazioni», mediante propri atti o mediante propri comportamenti interlocutori, che in un secondo momento è costretta a ritrattare o comunque che non è in grado di mantenere. Il contributo cerca di precisare alcuni profili proprio relativamente ai presupposti e ai limiti della tutela del legittimo affidamento. A questo riguardo, dopo aver effettuato alcune osservazioni sintetiche sul tema generale, si orienterà l’analisi sul settore degli appalti pubblici. Scelta, questa, giustificata dal fatto che, proprio in questo settore, la giurisprudenza sembra aver dato più sicuri punti di riferimento agli interpreti, e ciò probabilmente anche a causa della particolare morfologia del relativo procedimento d’appalto.
Roma : La gazzetta amministrativa
Nazionale
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
legittimo affidamento e pigrizia amm.va.pdf

accesso aperto

Tipologia: Altro materiale allegato (es. Copertina, Indice, Materiale supplementare, Abstract, Brevetti Spin-off, Start-up etc.)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 1.12 MB
Formato Adobe PDF
1.12 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11393/161415
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact