L’ordinamento giuridico della Repubblica Popolare Cinese contempla una legge sulla disciplina del fallimento emanata nel 2006. L’articolo analizzata la genesi del provvedimento, che ha abrogato una precedente legge del 1986, in rapporto ad altre fonti normative sul tema, in particolare il Codice di procedura civile, entrato in vigore nel 1991. Il saggio approfondisce l’intera disciplina contenuta nella legge fallimentare vigente, in particolare per quanto riguarda: i principi ispiratori e i presupposti di ammissione alla procedura; gli organi del fallimento, ossia l’amministratore del patrimonio fallimentare, l’assemblea dei creditori e il comitato dei creditori; i procedimenti previsti nella legge fallimentare, rappresentati dalla riorganizzazione, dal concordato e dalla liquidazione. L’analisi viene effettuata tenendo conto della disciplina in materia di crisi di impresa di alcuni Paesi europei, tra cui l’Italia, e anglosassoni, alle quali, per alcuni profili, si è ispirato il legislatore cinese.

La disciplina del fallimento nel diritto cinese.

RICCI, MIRIA
2012

Abstract

L’ordinamento giuridico della Repubblica Popolare Cinese contempla una legge sulla disciplina del fallimento emanata nel 2006. L’articolo analizzata la genesi del provvedimento, che ha abrogato una precedente legge del 1986, in rapporto ad altre fonti normative sul tema, in particolare il Codice di procedura civile, entrato in vigore nel 1991. Il saggio approfondisce l’intera disciplina contenuta nella legge fallimentare vigente, in particolare per quanto riguarda: i principi ispiratori e i presupposti di ammissione alla procedura; gli organi del fallimento, ossia l’amministratore del patrimonio fallimentare, l’assemblea dei creditori e il comitato dei creditori; i procedimenti previsti nella legge fallimentare, rappresentati dalla riorganizzazione, dal concordato e dalla liquidazione. L’analisi viene effettuata tenendo conto della disciplina in materia di crisi di impresa di alcuni Paesi europei, tra cui l’Italia, e anglosassoni, alle quali, per alcuni profili, si è ispirato il legislatore cinese.
Giovanni Cabras, Viale Regina Margherita, 278 – 00198 ROMA. Hosting: Bagnetti s.r.l. – piazza Gentile da Fabriano n. 4 – 00196 ROMA. Service provider: Telecom Italia s.p.a. (aut. Min. Comunicaz. del 3.6.1997, n. 346) - Codice ISSN della Rivista: E187960.
Nazionale
http:// http://www.dircomm.it/2012/n.2/02.html
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Ricci, Fallimento nel diritto cinese.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in post-print (versione successiva alla peer review e accettata per la pubblicazione)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 260.33 kB
Formato Adobe PDF
260.33 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11393/157273
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact