L'autore commenta l'art. 4 del regolamento (CE) n. 593/2008 ("Roma I"), relativo alla determinazione della legge applicabile in mancanza di scelta ad opera delle parti, con particolare riferimento alle disposizioni di cui al par. 1, lettere b), e) ed f), relative rispettivamente alla determinazione della legge applicabile ai contratti di prestazione di servizi, di franchising e di distribuzione. Discute, in particolare, del ruolo della categoria dei contratti di prestazione di servizi nell’ambito della nuova disciplina della legge applicabile in mancanza di scelta. Rileva in proposito l'esigenza di un parallelismo rispetto alla corrispondente nozione adottata nel reg. CE n. 44/2001. Esamina la rilevanza, al fine della qualificazione della nozione adottata, di un riferimento alle norme comunitarie in materia di libertà di circolazione dei servizi. Affronta infine i rapporti con le due categorie specifiche dei contratti di affiliazione (franchising) e di distribuzione, di cui alle lett. e) ed f), discutendo le finalità perseguite dalle regole adottate con riferimento a ciascuna ipotesi.

Commento all'art. 4 - Legge applicabile in mancanza di scelta, III, in Regolamento CE n. 593/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 giugno 2008 sulla legge applicabile alle obbligazioni contrattuali ("Roma I"), Commentario a cura di F. Salerno e P. Franzina

MARONGIU BUONAIUTI, FABRIZIO
2009

Abstract

L'autore commenta l'art. 4 del regolamento (CE) n. 593/2008 ("Roma I"), relativo alla determinazione della legge applicabile in mancanza di scelta ad opera delle parti, con particolare riferimento alle disposizioni di cui al par. 1, lettere b), e) ed f), relative rispettivamente alla determinazione della legge applicabile ai contratti di prestazione di servizi, di franchising e di distribuzione. Discute, in particolare, del ruolo della categoria dei contratti di prestazione di servizi nell’ambito della nuova disciplina della legge applicabile in mancanza di scelta. Rileva in proposito l'esigenza di un parallelismo rispetto alla corrispondente nozione adottata nel reg. CE n. 44/2001. Esamina la rilevanza, al fine della qualificazione della nozione adottata, di un riferimento alle norme comunitarie in materia di libertà di circolazione dei servizi. Affronta infine i rapporti con le due categorie specifiche dei contratti di affiliazione (franchising) e di distribuzione, di cui alle lett. e) ed f), discutendo le finalità perseguite dalle regole adottate con riferimento a ciascuna ipotesi.
Nazionale
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
02-SALERNO_20NLCC3-4-09.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in post-print (versione successiva alla peer review e accettata per la pubblicazione)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 2.95 MB
Formato Adobe PDF
2.95 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11393/129100
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact