Un solo giudice per la coscienza