La Toscana, pur in posizione secondaria, occupa un posto di un certo interesse giacché è la regione dell'Italia Centro-meridionale con maggiore superficie a pioppo. Dopo alterne vicende, però, dal 1960 fino all'inizio degli anni 80 la superficie a pioppo si è notevolmente estesa nel nord Italia ed in Toscana anche a motivo di un trend di mercato sostanzialmente favorevole.

La pioppicoltura nella Regione Toscana

CORINTO, GIAN LUIGI
1988

Abstract

La Toscana, pur in posizione secondaria, occupa un posto di un certo interesse giacché è la regione dell'Italia Centro-meridionale con maggiore superficie a pioppo. Dopo alterne vicende, però, dal 1960 fino all'inizio degli anni 80 la superficie a pioppo si è notevolmente estesa nel nord Italia ed in Toscana anche a motivo di un trend di mercato sostanzialmente favorevole.
Nazionale
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11393/111626
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact