Alcune considerazioni sull'aspetto verbale in Osset(ic)o