Archeologia nel Maceratese: nuove acquisizioni