Questo intervento prova a chiarire l’attuale quadro in merito agli standard e ai profili applicativi di metadati per la gestione di depositi digitali archivistici, in un quadro nazionale, pur nella consapevolezza della necessità di inserire queste questioni nel panorama internazionale. Si vogliono qui raccogliere in modo più possibile ordinato informazioni e riflessioni sul complesso quadro attuale, nell’ottica di un futuro coordinamento sul tema dei metadati archivistici, da inserire nel ciclo di vita delle attività relative alla formazione, gestione e conservazione degli archivi stessi.

Gestione e conservazione di dati e metadati: quali standard?

FELICIATI, Pierluigi
2010

Abstract

Questo intervento prova a chiarire l’attuale quadro in merito agli standard e ai profili applicativi di metadati per la gestione di depositi digitali archivistici, in un quadro nazionale, pur nella consapevolezza della necessità di inserire queste questioni nel panorama internazionale. Si vogliono qui raccogliere in modo più possibile ordinato informazioni e riflessioni sul complesso quadro attuale, nell’ottica di un futuro coordinamento sul tema dei metadati archivistici, da inserire nel ciclo di vita delle attività relative alla formazione, gestione e conservazione degli archivi stessi.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Feliciati_20_05_2010.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in post-print (versione successiva alla peer review e accettata per la pubblicazione)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 1.71 MB
Formato Adobe PDF
1.71 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11393/43056
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact