L’idea di una rivista dedicata alla figura e all’opera di Giacomo Leopardi nasce dal rinnovamento che gli studi sul poeta di Recanati hanno conosciuto negli ultimi decenni, a far data almeno dagli anni Novanta del secolo scorso. Il crescente interesse per questo classico della Letteratura italiana, affrontato nelle sue molteplici dimensioni intellettuali, è andato di pari passo con il moltiplicarsi delle iniziative scientifiche, delle edizioni e delle traduzioni, affermandone la levatura sovranazionale e collocandolo al centro della cultura europea del secolo XIX, in rapporto con gli altri grandi classici moderni. «Leopardiana» si propone come uno spazio privilegiato per le ricerche sul «sommo filologo, sommo poeta, sommo filosofo», tutt’altro che cristallizzato nella monumentalità della celebre definizione giordaniana, anzi vivo e interrogante l’attualità multidisciplinare del nostro tempo. Nell’ambito della riflessione scientifico-accademica, la rivista di volta in volta si apre ad analisi critiche, esegesi testuali, esercizi di comparatistica, note di approfondimento, discussioni di importanti novità editoriali, scavi e riproposte d’archivio di particolare rilevanza nella storia della critica leopardiana, esplorazioni tra le carte d’autore che molto hanno ancora da raccontare. Nell’intento di raccordare in un dialogo fecondo la leopardistica italiana ed estera, la rivista si avvale del patrocinio del Centro Nazionale di Studi Leopardiani di Recanati.

Leopardiana. Rivista internazionale

laura melosi
2022-01-01

Abstract

L’idea di una rivista dedicata alla figura e all’opera di Giacomo Leopardi nasce dal rinnovamento che gli studi sul poeta di Recanati hanno conosciuto negli ultimi decenni, a far data almeno dagli anni Novanta del secolo scorso. Il crescente interesse per questo classico della Letteratura italiana, affrontato nelle sue molteplici dimensioni intellettuali, è andato di pari passo con il moltiplicarsi delle iniziative scientifiche, delle edizioni e delle traduzioni, affermandone la levatura sovranazionale e collocandolo al centro della cultura europea del secolo XIX, in rapporto con gli altri grandi classici moderni. «Leopardiana» si propone come uno spazio privilegiato per le ricerche sul «sommo filologo, sommo poeta, sommo filosofo», tutt’altro che cristallizzato nella monumentalità della celebre definizione giordaniana, anzi vivo e interrogante l’attualità multidisciplinare del nostro tempo. Nell’ambito della riflessione scientifico-accademica, la rivista di volta in volta si apre ad analisi critiche, esegesi testuali, esercizi di comparatistica, note di approfondimento, discussioni di importanti novità editoriali, scavi e riproposte d’archivio di particolare rilevanza nella storia della critica leopardiana, esplorazioni tra le carte d’autore che molto hanno ancora da raccontare. Nell’intento di raccordare in un dialogo fecondo la leopardistica italiana ed estera, la rivista si avvale del patrocinio del Centro Nazionale di Studi Leopardiani di Recanati.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Depliant Leopardiana_Impaginato.pdf

accesso aperto

Licenza: DRM non definito
Dimensione 856.16 kB
Formato Adobe PDF
856.16 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11393/304149
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact