L'esecuzione di trattamenti sanitari, senza la preventiva informazione ed autorizzazione da parte del paziente, rende illecita la condotta dell'esercente la professione sanitaria. Proprio da tale premessa deriva la pretesa per il paziente di ottenere il risarcimento del danno per la lesione del diritto all'autodeterminazione diagnostica e terapeutica, il quale è autonomo rispetto al diritto alla salute, tant'è che il primo sussiste anche se il trattamento sanitario non ha pregiudicato l'integrità psico-fisica del destinatario ed altresì nella ipotesi in cui abbia prodotto un vantaggio in termini di guarigione rispetto alla patologia di cui era affetto il paziente.

Il danno all'autodeterminazione diagnostica e terapeutica

Emiliozzi Enrico Antonio
2019

Abstract

L'esecuzione di trattamenti sanitari, senza la preventiva informazione ed autorizzazione da parte del paziente, rende illecita la condotta dell'esercente la professione sanitaria. Proprio da tale premessa deriva la pretesa per il paziente di ottenere il risarcimento del danno per la lesione del diritto all'autodeterminazione diagnostica e terapeutica, il quale è autonomo rispetto al diritto alla salute, tant'è che il primo sussiste anche se il trattamento sanitario non ha pregiudicato l'integrità psico-fisica del destinatario ed altresì nella ipotesi in cui abbia prodotto un vantaggio in termini di guarigione rispetto alla patologia di cui era affetto il paziente.
978-88-495-3993-6
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Emiliozzi_danno-autodeterminazione_2019.pdf

non disponibili

Licenza: DRM non definito
8.18 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento:
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact