Quale politica per Günther Anders? La libertà nell'era dell'immagine