Breve nota sulla dispersione di un dipinto del Cavalier D’Arpino della Galleria Nazionale dell’Umbria