Con questo lavoro si è inteso proporre alcuni spunti di riflessione sulle principali direttrici di traffico commerciali e sulle produzioni locali della ceramica fine da mensa e dei manufatti metallici nell'area del municipio romano di Tifernum Mataurense, oggi corrispondente a Sant'Angelo in Vado (PU). L'indagine si basa su alcuni dati emersi dalla più recente produzione scientifica edita sull'antico centro e dall'esame dei numerosi materiali archeologici, rinvenuti durante gli scavi e le ricognizioni della seconda metà del XX secolo e dell'ultimo quindicennio, ad opera della Soprintendenza Archeologica delle Marche e dell'Università degli Studi di Macerata. Lo studio fa emergere una certa vitalità ed un discreto benessere dell'antica comunità tifernate, a partire dall'età tardo-repubblicana fino al tardo-antico; sono infatti attestati produzioni locali, contatti con diversi centri del versante adriatico e di quello tirrenico, importazioni da lontani centri del più vasto bacino mediterraneo. Tale situazione può essere verosimilmente ricondotta alla favorevole dislocazione geografica del centro e alla sua vicinanza alla consolare Flaminia.

Ceramiche fini da mensa e manufatti metallici da Tifernum Mataurense: alcune osservazioni su circuiti commerciali e produzioni locali

STORTONI, EMANUELA
2014

Abstract

Con questo lavoro si è inteso proporre alcuni spunti di riflessione sulle principali direttrici di traffico commerciali e sulle produzioni locali della ceramica fine da mensa e dei manufatti metallici nell'area del municipio romano di Tifernum Mataurense, oggi corrispondente a Sant'Angelo in Vado (PU). L'indagine si basa su alcuni dati emersi dalla più recente produzione scientifica edita sull'antico centro e dall'esame dei numerosi materiali archeologici, rinvenuti durante gli scavi e le ricognizioni della seconda metà del XX secolo e dell'ultimo quindicennio, ad opera della Soprintendenza Archeologica delle Marche e dell'Università degli Studi di Macerata. Lo studio fa emergere una certa vitalità ed un discreto benessere dell'antica comunità tifernate, a partire dall'età tardo-repubblicana fino al tardo-antico; sono infatti attestati produzioni locali, contatti con diversi centri del versante adriatico e di quello tirrenico, importazioni da lontani centri del più vasto bacino mediterraneo. Tale situazione può essere verosimilmente ricondotta alla favorevole dislocazione geografica del centro e alla sua vicinanza alla consolare Flaminia.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11393/218773
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact