L’opera, introdotta dalle riflessioni delle studiose Isabella Camera d’Afflitto [Un secolo di femminismo, p. 9] e Margot Badran [Nuovi paradigmi, p. 13], seguono Premessa [p. 17] e Introduzione [p. 21], si articola in cinque capitoli I: «Il movimento femminista nel mondo arabo tra XIX e XX secolo» [Questioni storiche e terminologiche, p. 31; Cenni di storia del femminismo, p. 33; Le rivendicazioni delle islamiste, p. 42]. II: «L’affermarsi del femminismo islamico» [Genesi del movimento, p. 45; L’islam da una prospettiva di genere, p. 49; Femminismo islamico: una definizione problematica, p. 52]. III: «Teologia femminista» [Strumenti, p. 59; Riffat Hassan e la nascita della teologia femminista islamica, p. 60; Produttrici di una nuova ermeneutica coranica: Amina Wadud, Laleh Bakhtiar e Asma Barlas, p. 63; L’esegesi al femminile nel mondo arabo: Fatima Mernissi e Asma Lamrabet, p. 69]. IV: «Jihad al femminile» [Tra globale e locale, p. 83; Gli uomini del jihad di genere, p. 88; La mudawwana marocchina, p. 92]. V: «Le islamistiche» [Militanza islamica, p. 99; Alla conquista del potere, p. 103; Nadia Yassine: un’icona del movimento, p. 109; Heba Rauof Ezzat: la voce di internet, p. 112; Konka Kuris: storia di una battaglia e di un martirio, p. 115]. Il volume è corredàto da ampi Riferimenti bibliografici [p. 125] e da un Indice dei nomi [p. 135], mentre le note sono poste a fine volume [p. 119].

Renata Pepicelli, Femminismo islamico: Corano, diritti, riforme (Quality Paperbacks, 300), Roma, Carocci ed., 2010

CONTE, ROSA
2010-01-01

Abstract

L’opera, introdotta dalle riflessioni delle studiose Isabella Camera d’Afflitto [Un secolo di femminismo, p. 9] e Margot Badran [Nuovi paradigmi, p. 13], seguono Premessa [p. 17] e Introduzione [p. 21], si articola in cinque capitoli I: «Il movimento femminista nel mondo arabo tra XIX e XX secolo» [Questioni storiche e terminologiche, p. 31; Cenni di storia del femminismo, p. 33; Le rivendicazioni delle islamiste, p. 42]. II: «L’affermarsi del femminismo islamico» [Genesi del movimento, p. 45; L’islam da una prospettiva di genere, p. 49; Femminismo islamico: una definizione problematica, p. 52]. III: «Teologia femminista» [Strumenti, p. 59; Riffat Hassan e la nascita della teologia femminista islamica, p. 60; Produttrici di una nuova ermeneutica coranica: Amina Wadud, Laleh Bakhtiar e Asma Barlas, p. 63; L’esegesi al femminile nel mondo arabo: Fatima Mernissi e Asma Lamrabet, p. 69]. IV: «Jihad al femminile» [Tra globale e locale, p. 83; Gli uomini del jihad di genere, p. 88; La mudawwana marocchina, p. 92]. V: «Le islamistiche» [Militanza islamica, p. 99; Alla conquista del potere, p. 103; Nadia Yassine: un’icona del movimento, p. 109; Heba Rauof Ezzat: la voce di internet, p. 112; Konka Kuris: storia di una battaglia e di un martirio, p. 115]. Il volume è corredàto da ampi Riferimenti bibliografici [p. 125] e da un Indice dei nomi [p. 135], mentre le note sono poste a fine volume [p. 119].
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Conte_estratto XII.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in post-print (versione successiva alla peer review e accettata per la pubblicazione)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 233.53 kB
Formato Adobe PDF
233.53 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11393/195892
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact