Il volume della rivista De Strata francigena [XIV/1-2006], il cui titolo è riprodotto nel frontespizio in forma abbreviata, raccoglie i contributi presentati nel corso di una conferenza svoltasi a Sofia, in Bulgaria, gestita e organizzata da Renato Stopani, presidente del Centro Studi Romei <Firenze> e dal segretario scientifico e coordinatore della stessa rivista Fabrizio Vanni. Dopo una breve «Presentazione», la prima parte dedicata a «Le vie dei Balcani» si apre con «La Francigena dei Balcani. La “via diagonalis”, itinerario terrestre per Gerusalemme» di Renato STOPANI [p. 7]; «Le vie terrestri dei Balcani. Alcuni indizi di continuità nel tempo» di Fabrizio VANNI [p. 17]; «Piccola toponomastica latino-balcanica» a cura di Fabrizio VANNI [p. 29]; «Piccola cronologia balcanica» di Fabrizio VANNI [p. 35]. La seconda parte del volume si apre con «La diffusione degli odonimi medievali “Via francesca” e “Via Francigena”» di Renato STOPANI [p. 45], quindi «Nuove osservazioni e acquisizioni allo studio sulle “orme dei pellegrini”», Giampietro DORE [p. 53].

De Strata Frãcigena. Studi e ricerche sulle vie di Pellegrinaggio del Medioevo, XIV/1, Firenze, Opus libri, 2006

CONTE, ROSA
2008-01-01

Abstract

Il volume della rivista De Strata francigena [XIV/1-2006], il cui titolo è riprodotto nel frontespizio in forma abbreviata, raccoglie i contributi presentati nel corso di una conferenza svoltasi a Sofia, in Bulgaria, gestita e organizzata da Renato Stopani, presidente del Centro Studi Romei e dal segretario scientifico e coordinatore della stessa rivista Fabrizio Vanni. Dopo una breve «Presentazione», la prima parte dedicata a «Le vie dei Balcani» si apre con «La Francigena dei Balcani. La “via diagonalis”, itinerario terrestre per Gerusalemme» di Renato STOPANI [p. 7]; «Le vie terrestri dei Balcani. Alcuni indizi di continuità nel tempo» di Fabrizio VANNI [p. 17]; «Piccola toponomastica latino-balcanica» a cura di Fabrizio VANNI [p. 29]; «Piccola cronologia balcanica» di Fabrizio VANNI [p. 35]. La seconda parte del volume si apre con «La diffusione degli odonimi medievali “Via francesca” e “Via Francigena”» di Renato STOPANI [p. 45], quindi «Nuove osservazioni e acquisizioni allo studio sulle “orme dei pellegrini”», Giampietro DORE [p. 53].
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
SCHEDAfrancigena.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in post-print (versione successiva alla peer review e accettata per la pubblicazione)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 1.33 MB
Formato Adobe PDF
1.33 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11393/195891
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact