Il saggio ripercorre il primo viaggio europeo di Emerson (fine dicembre 1832 - settembre 1833) che da Boston lo porta nel cuore acqueo del Mediterraneo, e da lì in Europa fino in Scozia. Al "sogno" e al bisogno di un "viaggio in mare" – che gli era stato consigliato dal suo medico, e che il bostoniano aveva in un primo tempo programmato su scala ridotta come "un modesto viaggio alle Indie occidentali" – si era sovrapposta un’improvvisa "visione purpurea di Napoli e dell’Italia": una vera e propria epifania transatlantica che, come egli scrive al fratello William il 10 dicembre 1832, lo aveva spinto imprevedibilmente a decidere di imbarcarsi per il vecchio continente. Da Malta alla Scozia, il saggio ricostruisce la prima evoluzione della visione estetica del futuro trascencentalista, il cui occhio americano, in parte già illuminato e predisposto ad aprirsi sul Vecchio Mondo per riaprirsi poi sul Nuovo con una visuale sempre più chiara, Emerson affinerà gradualmente nel decennio a seguire proprio a partire da quella che può essere definita, non impropriamente, la svolta mediterranea della sua vita.

Emerson, il Mediterraneo e l’occhio americano

NORI, Giuseppe
2014-01-01

Abstract

Il saggio ripercorre il primo viaggio europeo di Emerson (fine dicembre 1832 - settembre 1833) che da Boston lo porta nel cuore acqueo del Mediterraneo, e da lì in Europa fino in Scozia. Al "sogno" e al bisogno di un "viaggio in mare" – che gli era stato consigliato dal suo medico, e che il bostoniano aveva in un primo tempo programmato su scala ridotta come "un modesto viaggio alle Indie occidentali" – si era sovrapposta un’improvvisa "visione purpurea di Napoli e dell’Italia": una vera e propria epifania transatlantica che, come egli scrive al fratello William il 10 dicembre 1832, lo aveva spinto imprevedibilmente a decidere di imbarcarsi per il vecchio continente. Da Malta alla Scozia, il saggio ricostruisce la prima evoluzione della visione estetica del futuro trascencentalista, il cui occhio americano, in parte già illuminato e predisposto ad aprirsi sul Vecchio Mondo per riaprirsi poi sul Nuovo con una visuale sempre più chiara, Emerson affinerà gradualmente nel decennio a seguire proprio a partire da quella che può essere definita, non impropriamente, la svolta mediterranea della sua vita.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11393/195705
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact