Il programma di ricerca si collega al tema dell’internazionalizzazione delle imprese operanti nei settori del made in Italy, con riferimento particolare ai paesi emergenti. Sul piano teorico, la dottrina è ricca ed articolata. Tra i diversi contributi si segnalano: Baldwin et al. (2007); Barba Navaretti, Venable (2004), Becchetti, Gonzales (2001); Etemad (2004); Ferragina, Quintieri (2001); Garofoli (2003); Håkansson, Pananond (2010); Iacobucci, Spigarelli (2007); Prenkert (2004, 2007); Leonidou, Katsikeas (1996); Madhok (1997); Mariotti, Mutinelli (2001); Rullani (2002, 2006); Ruzzier, Antoncic, Hisrich (2007); Weber (2005); Zwart, Gankema (1990). Nello specifico, il progetto si propone di analizzare opportunità e possibili evoluzioni innovative del mercato del Made in Italy, con particolare riferimento ai territori di Brasile, Cina e Russia., Un’attenzione particolare viene rivolta ai canali più adeguati ed efficienti per la valorizzazione e la promozione del “Made in Marche”. La ricerca ha una base socio-economica: da un lato si studiano le tendenze, i gusti e i comportamenti dei consumatori dei mercati di riferimento per quanto riguarda il mondo del tessile; dall’altro si analizzano gli stessi territori in termini di possibile penetrazione economica. Il progetto si ricolega, inoltre, anche al tema della green economy, con riferimento alla tendenza di alcune produzioni del made in Italy di promuovere l’uso di nuovi materiali a forte connotazione ecologica. Il candidato dovrà a tal proposito studiare l’approccio che i consumatori dei mercati di riferimento hanno nei confronti dei tessuti eco sostenibili e come i concorrenti comunicano tali prodotti. Il lavoro si struttura su tre annualità. 1) Nel primo anno si richiede al candidato di analizzare i mercati di Brasile, Cina e Russia sotto l’aspetto sociologico, sia teorico, sia applicativo. Sul piano del contributo all’attivià aziendale, questo periodo è funzionale alla stesura di un piano che permetta all’azienda di prevedere strategie di penetrazione in tali aree. 2) Nel secondo anno si richiede al candidato uno studio approfondito di quelli che sono i principali canali di comunicazione, i temi trattati in essi e i rapporti che intercorrono tra i principali competitors che operano in tali paesi e i loro consumatori. Sul piano scientifico, una importante base di riferimento sarà quella del cross cultural management applicato ai temi della comunicazione. Tale base permetterà all’azienda di stabilire un piano di comunicazione adeguato a culture e bisogni specifici delle aree target, per la promozione del brand “Made in Marche”. 3) Studiati i consumatori e i principali concorrenti si richiede al candidato di approfondire entrambi i temi in un’ottica di green economy cercando di trarre spunti o captare margini di miglioramento nell’attenzione a tale categoria di prodotti. Il terzo anno sarà dedicato al completamento dell’analisi teorica ed allo sviluppo operativo di un piano mirato di internazionalizzazione green.

EVOLUZIONE NELL’USO DEI TESSUTI NELLE ECONOMIE DI BRASILE, CINA E RUSSIA. L’IMPORTANZA SOCIOLOGICA DEL BRAND “MADE IN MARCHE” NEI PAESI EMERGENTI

SPIGARELLI, Francesca
2013

Abstract

Il programma di ricerca si collega al tema dell’internazionalizzazione delle imprese operanti nei settori del made in Italy, con riferimento particolare ai paesi emergenti. Sul piano teorico, la dottrina è ricca ed articolata. Tra i diversi contributi si segnalano: Baldwin et al. (2007); Barba Navaretti, Venable (2004), Becchetti, Gonzales (2001); Etemad (2004); Ferragina, Quintieri (2001); Garofoli (2003); Håkansson, Pananond (2010); Iacobucci, Spigarelli (2007); Prenkert (2004, 2007); Leonidou, Katsikeas (1996); Madhok (1997); Mariotti, Mutinelli (2001); Rullani (2002, 2006); Ruzzier, Antoncic, Hisrich (2007); Weber (2005); Zwart, Gankema (1990). Nello specifico, il progetto si propone di analizzare opportunità e possibili evoluzioni innovative del mercato del Made in Italy, con particolare riferimento ai territori di Brasile, Cina e Russia., Un’attenzione particolare viene rivolta ai canali più adeguati ed efficienti per la valorizzazione e la promozione del “Made in Marche”. La ricerca ha una base socio-economica: da un lato si studiano le tendenze, i gusti e i comportamenti dei consumatori dei mercati di riferimento per quanto riguarda il mondo del tessile; dall’altro si analizzano gli stessi territori in termini di possibile penetrazione economica. Il progetto si ricolega, inoltre, anche al tema della green economy, con riferimento alla tendenza di alcune produzioni del made in Italy di promuovere l’uso di nuovi materiali a forte connotazione ecologica. Il candidato dovrà a tal proposito studiare l’approccio che i consumatori dei mercati di riferimento hanno nei confronti dei tessuti eco sostenibili e come i concorrenti comunicano tali prodotti. Il lavoro si struttura su tre annualità. 1) Nel primo anno si richiede al candidato di analizzare i mercati di Brasile, Cina e Russia sotto l’aspetto sociologico, sia teorico, sia applicativo. Sul piano del contributo all’attivià aziendale, questo periodo è funzionale alla stesura di un piano che permetta all’azienda di prevedere strategie di penetrazione in tali aree. 2) Nel secondo anno si richiede al candidato uno studio approfondito di quelli che sono i principali canali di comunicazione, i temi trattati in essi e i rapporti che intercorrono tra i principali competitors che operano in tali paesi e i loro consumatori. Sul piano scientifico, una importante base di riferimento sarà quella del cross cultural management applicato ai temi della comunicazione. Tale base permetterà all’azienda di stabilire un piano di comunicazione adeguato a culture e bisogni specifici delle aree target, per la promozione del brand “Made in Marche”. 3) Studiati i consumatori e i principali concorrenti si richiede al candidato di approfondire entrambi i temi in un’ottica di green economy cercando di trarre spunti o captare margini di miglioramento nell’attenzione a tale categoria di prodotti. Il terzo anno sarà dedicato al completamento dell’analisi teorica ed allo sviluppo operativo di un piano mirato di internazionalizzazione green.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento:
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact