Bottega epigrafica o atelier pittorico? La scrittura negli affreschi romani